respirazionediaframmatica pineroloLa respirazione è la funzione fisiologica alla base della vita in quanto è l’unico modo che abbiamo per apportare l’ossigeno necessario al nostro corpo.
Una delle caratteristiche più interessanti della respirazione è il suo essere sia inconsapevole che volontaria. Per la maggior parte del giorno e della notte non ci rendiamo conto di respirare, lo facciamo automaticamente, ma se vogliamo siamo in grado di controllare il ritmo, l’ampiezza e la durata di ogni singolo respiro.

Ma cosa significa respirare correttamente? La respirazione, innanzitutto, va eseguita sempre col naso, è sconsigliabile infatti inspirare con la bocca in quanto l’aria entra direttamente nella gola senza essere prima scaldata, umidificata e purificata come avviene respirando attraverso il naso. Anche l’espirazione è consigliabile eseguirla con il naso, tuttavia in alcuni casi può risultare utile espirare con la bocca per scaricare ansia e tensione.
Altra caratteristica fondamentale della respirazione è che è legata al nostro stato fisico: quando facciamo una corsa e andiamo in affanno sentiamo il cuore in gola e abbiamo una respirazione poco profonda, veloce e ritmata, mentre appena svegli il nostro respiro è calmo e regolare.
Oltre ad essere legata allo stato fisico, allo stesso modo la respirazione è collegata al nostro stato psicologico ed emozionale: una persona che si trova infatti in uno stato di stress molto alto tende ad avere una respirazione toracica, molto veloce e poca profonda.

Non è raro in persone molto ansiose e stressate avere il muscolo diaframma, muscolo respiratore per eccellenza, bloccato e quindi incapace di donare al respiro profondità e spessore; osservando come una persona respira è quindi possibile sapere subito se è in ansia oppure no.psicologa pinerolo

Lo stato psicologico ed emotivo condiziona quindi il nostro modo di respirare, tuttavia è vero anche il contrario: il nostro modo di respirare può condizionare il nostro stato psicologico e se impariamo a modificare il nostro respiro possiamo diminuire tensione, ansia e agitazione. Quando si è in un momento di nervosismo ed il respiro comincia a farsi superficiale, veloce, molto ritmato e si utilizzano prevalentemente i muscoli intercostali a discapito del diaframma; provare a cambiare consapevolmente il modo di respirare attivando il diaframma, rallentando il ritmo e di aumentando la profondità di ogni singolo respiro aiuterà a riacquistare la calma e la serenità sostituirà l’ira, l’ansia e il nervosismo.
Allenarsi a respirare correttamente tutti i giorni permetterà di ottenere una numerosa serie di benefici tra cui una mente più tranquilla, un minore livello di stress ed una migliore gestione di questo, una postura più corretta, maggiore sicurezza e controllo degli stati emotivi.

La Psicoterapia Cognitivo Comportamentale allena le persone all’utilizzo della respirazione diaframmatica sia per i trattamenti di problematiche specifiche come ansia, attacchi di panico, fobie che nei trattamenti di altre problematiche come canale per raggiungere il benessere psicologico ed il conseguente equilibrio nel sistema mente-corpo.