Sono molte le persone che nel corso della propria vita si sono confrontate con eventi altamente stressanti che possono rappresentare veri e propri traumi. Cosa si intende per trauma psicologico? Per trauma psicologico si intende qualsiasi evento che la persona recepisce come estremamente stressante. Eventi che potenzialmente posso scatenare un trauma psicologico non includono solo condizioni estreme e fuori del comune (come guerre, stupri, disastri naturali, aggressioni fisiche, morte improvvisa di una persona cara, incidenti) ma molto spesso riguardano esperienze di trascuratezza o mancanza di rispetto che possono influire sul senso di valore dell’individuo, sulla sua sicurezza, sull’autostima e sul senso di efficacia personale.superare trauma pinerolo torino

Quando il trauma non viene elaborato gli eventi vissuti producono reazioni sia emotive che corporee importanti che possono avere un’influenza negativa sulla salute e sul benessere della persona.

Non bisogna tuttavia dimenticare che l’impatto del trauma è soggettivo: un evento infatti può essere più o meno traumatico a seconda delle caratteristiche di personalità, dell’ambiente circostante, della struttura emotiva e cognitiva della persona. Per alcuni può essere stato traumatico essere umiliati alle elementari da un maestro troppo duro, per altri essere lasciati, improvvisamente, dal proprio partner; per molti può essere traumatica la perdita del lavoro, oppure un divorzio o la perdita di una persona cara. Il trauma psicologico è quindi molto frequente e costituisce uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo di disturbi psicologici.

Ma quali sono i sintomi del trauma? Innanzitutto una paura intensa accompagnata da un forte sentimento di impotenza; accanto a ciò tipico è il rivivere costantemente l’evento traumatico con immagini, pensieri, sogni, flashback ricorrenti ed intrusivi; la persona prova una sensazione di disagio ogni qualvolta gli capiti di rivivere esperienze che assomigliano anche solo per qualche aspetto all’evento traumatico; questa sensazione di disagio e paura porta dunque la persona ad evitare con tutte le sue forze pensieri, sensazioni, conversazioni, attività, luoghi o persone che ricordano il trauma.

Effetti negativi si riversano anche nell’ambito della socialità: la persona infatti vive una riduzione marcata dell’interesse verso le attività che prima la appassionavano e uno scarso coinvolgimento affettivo verso le persone significative. Si riscontrano difficoltà ad addormentarsi o a mantenere il sonno, irritabilità e scoppi di collera, difficoltà a concentrarsi ed ipervigilanza.

Dopo aver vissuto un evento traumatico ci si sente spaventati, tristi, ansiosi e confusi. Solitamente, con il passare del tempo, questo malessere tende a diminuire e si comincia a vivere nuovamente. Ma alcune volte il trauma vissuto è così devastante che si ha la sensazione di non riuscire ad andare avanti. Ci si sente sopraffatti da memorie dolorose che non scompaiono e da un costante senso di pericolo.

Affrontare e superare il trauma è possibile con la Terapia Cognitivo Comportamentale. La Terapia Cognitivo Comportamentale, con specifiche ed efficaci tecniche, potenzia le capacità dell’individuo ed aiuta a ristabilire il controllo della persona sul proprio corpo e sulle proprie emozioni.